Le norme europee sulle piscine private

Sono già state recepite e pubblicate dal UNI ed entrate in vigore dal 14/10/2015 le norme EN16582 sulle strutture delle piscine private. Si tratta di una norma in tre parti, in particolre:

  • UNI EN 16582-1 – Piscine domestiche – Parte 1: Requisiti generali inclusi i metodi di sicurezza e di prova
  • UNI EN 16582-2 – Piscine domestiche – Parte 2: Requisiti specifici inclusi i metodi di sicurezza e di prova per piscine interrate
  • UNI EN 16582-3 – Piscine domestiche – Parte 3: Requisiti specifici inclusi i metodi di sicurezza e di prova per piscine fuori terra

Tali norma si occupano della progettazione, della realizzazione e del successivo collaudo della struttura della piscina, con particolare riguardo alla sicurezza ed ai diritti dei consumatori finali. A titolo di esempio, va definita e comunicata al cliente la classe di perdita di acqua della piscina (ne sono indicate quattro) e va prodotta sempre una progettazione ed una verifica strutturale.

Sono in fase di pubblicazione le norme EN16713 che trattano invece di impianti, sempre nel campo delle piscine private. Sono anche queste divise in tre parti, rispettivamente:

• EN 16713-1 – Domestic swimming pools – Water systems – Part 1: Filtration systems – Requirements and test methods
• EN 16713-2 – Domestic swimming pools – Water systems – Part 2: Circulation systems – Requirements and test methods
• EN 16713-3 – Domestic swimming pools – Water systems – Part 3: Treatment – Requirements

Non essendo state ancora recepite da UNI, tali norme non sono state per ora tradotte.

Queste norme riguardano gli impianti di trattamento acqua e richiedono specifiche tecniche particolari ai filtri utilizzabili.  Vengono ribaditi anche per le piscine private i requisiti richiesti ai sistemi di aspirazione e diventa obbligatoria anche per le piscine private la prova colore.

Di tutti questi aspetti e di molti altri contenuti nelle nuove norme si è parlato al Convegno d’Autunno di Cesenatico il 19-20 novembre 2015, in una relazione tenuta da Valter Rapizzi. Prossimamente verranno tenuti altri incontri per approfondire la conoscenza e la discussione di questa novità legislativa destinata a mutare profondamente la realizzazione delle piscine private e di conseguenza tutto il nostro settore. A questo punto nasce una domanda: che senso ha avere una norma sugli impianti di trattamento acqua delle piscine pubbliche, la UNI 10637, profondamente diversa da quella delle piscine private? Anche di questo ne parleremo approfonditamente nei nostri prossimi incontri.