A Barcellona poca gente ma di qualità! – Progettazione costruzione e manutenzione piscine, legislazione, corsi e informazioni

A Barcellona poca gente ma di qualità!

Si è chiusa lo scorso venerdi Piscina & Wellness 2017, una delle principali ressegne europee del nostro settore nonché una delle più visitate da noi italiani. I numeri ufficiali parlano di un leggero aumento dei vistatori: 13.000 contro i 12.000 della passata edizione. Le dimensioni maggiori dei padiglioni e 70 espositori in più hanno però dato l’impressione di una fiera non affollata. Noi abbiamo partecipato agli utlimi due giorni della rassegna e le sensazioni che abbianmo raccolto dagli espositori italiani erano pressoché unanimi: poca gente ma di qualità!

Noi ci permetteremmo di modificare leggermente questo parere dicendo che la gente era quella giusta. Il non particolare affollamento permetteva un migliore dialogo con gli espositori che sono rimasti ben impressionati dai numerosi Paesi di provenienza dei visitatori. Quasi il 50% dei visitatori era straniero. Da Francia, Italia, America Latina, Africa Mediterranea ma anche Est Europa e Vicino Oriente i maggiori arrivi. Peccato solo per l’infelice situazione politica che ha sicuramente inciso su una minore affluenza soprattutto da parte del mercato interno.

Piscina & Wellness è stato anche il momento per fare il punto sul mercato spagnolo delle piscine che da lavoro a oltre 64.000 persone occupate in oltre 2500 aziende per un fatturato complessivo di oltre 1.100 milioni di Euro. Questo, unito al milione e duecentomila piscine site in Spagna, ne fa il secondo mercato europeo e il quarto al mondo. Un mercato che nel 2016 è cresciuto di oltre il 9% rispetto all’anno precedente e per il quale ci si aspetta una crescita a 2 cifre per questo 2017! Il fatturato si divide in parti quasi uguali fra manutenzione (39%), nuove costruzioni (31%) e ristrutturazioni (30%) con una decisa predominanza del mercato residenziale su quello pubblico.

Chiusa la rassegna spagnola, il prossimo mese visiteremo Aquanale a Colonia e, ovviamente, aspettiamo tutti voi al Convegno d’Autunno del 23 e 24 novembre dove, fra le 40 relazioni previste e le novità presentate dalle aziende presenti, faremo il punto sul mercato europeo.