La scrittura della norma europea sui centri benessere è iniziata

Si è tenuto a Göteborg, in Svezia, il primo incontro del CEN-TC136/WG 16

Dopo le spa in ambito privato, comprese nella EN 17125 che tra non molto diverrà operativa anche in Italia, il Gruppo di normazione europeo si sta occupando di normare anche l’ambito pubblico. Differenza sostanziale è che questa volta si occuperà di tutti i componenti dei centri benessere: sauna, bagno turco, Whirpool, stanza del sale, doccia sensoriale e così via.

Il primo incontro si è tenuto a Göteborg il 18 e 19 dicembre. Ai lavori erano presenti 17 Esperti provenienti da 8 nazioni europei. Nella prima giornata si è parlato di quali fossero gli elementi rientranti nei “centri benessere”, cosa non facile visto che le abitudini e le attrezzature variano da Paese a Paese. Nel secondo giorno hanno invece preso il via i lavori delle 2 sottocommissioni che si sono venute a formare una delle quali si occuperà delle “vasche”, qualunque tipo di bacino contenente acqua sito all’interno delle spa, mentre la seconda di tutto ciò che rientra sotto la comune denominazione di “sauna” (bagno turco, hamam, razul, ecc..). ProfessioneACQUANET, nella persona del suo Presidente, Rossana Prola, è presente in entrambe.

Complessivamente si stima che i lavori dureranno 5 anni. Entro fine marzo però le due commissioni dovranno presentare i loro primi risultati al Gruppo di Lavoro. Da fare c’è molto, giusto quindi mettersi subito al lavoro!