Il Dipartimento per lo Sport chiarisce – Progettazione, consulenza, formazione nel settore delle piscine

Il Dipartimento per lo Sport chiarisce

Finalmente una risposta ai quesiti che da tempo chiedevano i gestori delle piscine pubbliche

Meglio tardi che mai, ad impianti già aperti, arrivano i chiarimenti del Dipartimento per lo Sport che, dopo aver risposto alle numerose ricieste di chiarimento, aggiorna le FAQ sull’argomento green pass per l’accesso alle piscine coperte.

Si riportano di seguito le nuove domande con le relative risposte. Tutte le FAQ si possono trovare QUI: http://www.sport.governo.it/it/emergenza-covid-19/faq/

 

  1. È necessario mantenere il tracciamento delle persone che accedono agli impianti?

Come indicato a pagina 10 delle Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere, l’obbligo del tracciamento di tutte le persone che a diverso titolo accedono alle strutture rimane in vigore.

  1. La Certificazione Verde è richiesta anche per gli atleti agonisti o di rilevanza nazionale?

Il possesso della Certificazione Verde è richiesto anche per gli atleti agonisti o di rilevanza nazionale che accedono ai servizi e attività per i quali la normativa lo prevede.

  1. Per l’accesso agli spogliatoi, limitatamente alle attività all’aperto, è richiesta la Certificazione Verde?

In riferimento all’utilizzo degli spogliatoi si comunica che per gli stessi non è richiesto il possesso della Certificazione Verde, ma permane l’obbligo di mantenimento del distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, di tenere correttamente indossata la mascherina, e di rispettare quanto indicato all’interno delle Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere.

  1. La Certificazione Verde può essere sostituita da un’autodichiarazione?

L’accesso a servizi e attività di piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, di cui all’articolo 6, limitatamente alle attività al chiuso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19, di cui all’articolo 9, comma 2 del DL 22 aprile 2021, n.52.

Non sono ammesse autocertificazioni o certificazioni diverse da quelle previste dalla normativa.

  1. È richiesta la Certificazione Verde per il solo transito necessario a raggiungere luoghi di allenamento all’aperto?

No, la Certificazione Verde non è richiesta per il solo transito all’interno di luoghi chiusi finalizzato al raggiungimento di spazi all’aperto.

  1. Gli accompagnatori delle persone non autosufficienti sono tenuti ad avere la Certificazione Verde per assisterli all’interno degli spogliatoi?

No, la Certificazione Verde non è richiesta per gli accompagnatori dei ragazzi minorenni o dei disabili che li assistono all’interno degli spogliatoi. In ogni caso, tali accompagnatori, se non in possesso di Certificazione Verde, non potranno sostare all’interno degli ambienti per i quali è richiesta la Certificazione Verde.

  1. Per ottenere informazioni alla reception è necessario avere la Certificazione Verde?

La Certificazione Verde non è richiesta per la sola attività di richiesta informazioni presso reception o segreterie sportive.

 

Naturalmente, queste risposte arrivano molto in ritardo, quando ormai altri Enti, piuttosto che i media od i gestori stessi, in mancanza di indicazioni, aveva cercato da soli una risposta a queste domande, utilizzando principalmente il buon senso. Con questo strumento a disposizione, le risposte non potevano che essere, inevitabilmente, diverse da quelle ora ottenute.

In attesa di verificare cosa succederà dell’ipotesi di estendere l’obbligo del green pass per i lavoratori sportivi, i gestori cercheranno di gestire al meglio, come sempre, la situazione.