Il Decreto relativo agli apparecchi elettromeccanici utilizzati per l’attività di estetista – Progettazione, consulenza, formazione nel settore delle piscine

Il Decreto relativo agli apparecchi elettromeccanici utilizzati per l’attività di estetista

Articolo tratto da www.puntosicuro.it

In particolare, il decreto riprende alcune direttive contenute nella legge 1 del 1990 e le amplifica, definendo più nel dettaglio l’attività di estetista.

La novità più interessante riguarda l’utilizzo delle lampade abbronzanti e i possibili pericoli a cui vanno incontro sia gli operatori sia i clienti.
Le lampade, infatti, sono considerate delle sorgenti di radiazione ultravioletta che potrebbero aumentare il rischio di cancro alla pelle. Il decreto impone l’utilizzo dei macchinari soltanto da personale esperto in grado di valutare i pericoli e ne vieta il consumo da parte di minori di 18 anni, donne in gravidanza e soggetti che hanno la pelle molto sensibile.
Inoltre, dovranno essere garantite misure di sicurezza sui macchinari non solo nel momento in cui saranno emessi sul mercato, ma anche dopo attraverso un attento sistema di monitoraggio e manutenzione. Il decreto stabilisce che dovrà essere sempre presente un manuale d’uso su prevenzione, verifica e manutenzione dei macchinari. Per questa ragione, le schede tecnico-informative del decreto prevedono espressamente che chi utilizza l’apparecchiatura deve conoscere la classificazione dei laser, le etichette di avvertimento e di sicurezza, i rischi per l’occhio e per la cute, le possibili interazioni del fascio laser con oggetti dell’ambiente circostante.