Commissioni di gara per gli appalti, dal 15 gennaio nuove regole per la scelta dei commissari

Tutti i commissari dovranno essere scelti tra quelli iscritti nell’Albo ANAC

Dal 15 gennaio 2019 entrerà in vigore la nuova procedura di individuazione e nomina dei commissari di gara, secondo quanto previsto ai sensi degli artt. 77 e 78 del dlgs n. 50/2016 (Codice dei contratti).

Ricordiamo, infatti, che a partire dal 15 gennaio non sarà più possibile per le stazioni appaltanti procedere autonomamente alla nomina delle Commissioni giudicatrici di appalti  (periodo transitorio previsto dall’art. 216 del Codice): quando il criterio di aggiudicazione è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, la valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico competerà ad una commissione giudicatrice composta da esperti nel settore cui afferisce l’oggetto del contratto, estratti a sorte nell’ambito dell’ Albo nazionale gestito dall’Anac.

L’obbligo di nomina di commissari esterni e presidenti è assoluto per:

  • tutti gli appalti al di sopra di 1 milione di euro
  • servizi e forniture sopra la soglia comunitaria

Si potrà, invece, derogare alla nomina di commissari esterni (fatta esclusione del Presidente), nel rispetto del principio di rotazione, nelle ipotesi di contratti:

  • per servizi e forniture di importo inferiore alle soglie comunitarie
  • per lavori di impatto inferiore a 1 milione di euro
  • che non presentano particolare complessità

L’Albo dei commissari è consultabile sul sito di ANAC all’indirizzo: https://servizi.anticorruzione.it/questionari-commissari/

Ricordiamo che la ns dott.ssa Rossana Prola, Fisico, è iscritta all’Albo ANAC dal settembre 2018 con il numero 37 nella sezione “Fisici”e si propone come commissario esperto nel settore delle piscine.