Aggiornamento Codici ATECO, nasce il codice dei parchi acquatici – Progettazione, consulenza, formazione nel settore delle piscine

Aggiornamento Codici ATECO, nasce il codice dei parchi acquatici

La continua evoluzione del mercato, unita alla capacità di adattamento degli imprenditori, richiede costanti adeguamenti anche nell’attività di classificazione e riclassificazione dei codici ATECO di riferimento.

Articolo di Damiano Saggioro

Oggi, infatti, molte attività non sono praticamente più svolte, in quanto obsolete, mentre ne sono nate di nuove che hanno richiesto di essere classificate e regolamentate. Basti pensare alle vacanze, dapprima identificate solo attraverso le strutture ricettive, oggi pervase anche dalle aziende agricole che organizzano tour enogastronomici, visite guidate ecc.

Un mondo che cambia ha bisogno di un apparato amministrativo che cambi, o, quantomeno, che stia al passo con l’inventiva imprenditoriale e professionale.

L’aggiornamento della classificazione ISTAT ha portato cosi alla modifica di moltissimi codici attività, rendendoli più adeguati ai tempi moderni, cosi come ha portato il nascerne di nuovi, fra cui, nel nostro settore, il 93.21.01, che comprende l’attività di parchi acquatici (privati o pubblici).

Fino a ieri, pertanto, chi gestiva già parchi acquatici si basava sul codice ATECO 93.21.00, che recitava molto più genericamente “parchi divertimento o parchi tematici”.Da oggi, invece, il codice 93.21.00 è stato suddiviso in due sottocategorie: il 93.21.01 e il 93.21.02.

Il primo dei due, per l’appunto, recita: Gestione di parchi di divertimento, tematici e acquatici, nei quali sono in genere previsti spettacoli, esibizioni e servizi.

 

PRIMA:  93.21.00

Parchi di divertimento e parchi tematici

·         attività dei parchi di divertimento o dei parchi tematici

·         gestione di diverse attrazioni, quali giostre meccaniche, giochi d’acqua, giochi, spettacoli, esibizioni a tema e aree da picnic

 

DOPO:  93.21.01

Gestione di parchi di divertimento, tematici e acquatici, nei quali sono in genere

previsti spettacoli, esibizioni e servizi

– attività dei parchi di divertimento

– attività dei parchi tematici

attività dei parchi acquatici

– gestione di diverse attrazioni, quali giostre meccaniche (ad esempio, ottovolanti), giochi d’acqua,

giochi, spettacoli, esibizioni a tema e aree da picnic

 

93.21.02

Gestione di attrazioni e attività di spettacolo in forma itinerante (giostre) o di attività dello spettacolo viaggiante svolte con attrezzature smontabili, in spazi pubblici e privati – giostre (escluse quelle in forma permanente o stabile) – gestione di teatrini mobili di burattini (marionette) – attività di stand di tiro a segno e simili

 

CONSLUSIONE IMPORTANTE:

Ricordiamo, a maggior ragione dopo questi aggiornamenti, quanto sia importante precisare il/i propri/o codice/i di riferimento attraverso il sistema delle Camere di Commercio, evitando, cosi, di venir identificati per qualcosa che non si è. O non si è più.

Precisiamo, inoltre, che le Camere di Commercio effettueranno tali conversioni in modalità automatica d’ufficio soltanto qualora, l’attività economica dichiarata, risulti già chiaramente e correttamente identificata. Viceversa, il consiglio è di rivolgerVi al Vostro consulente per verificare l’ipotesi di effettuare manualmente tale allineamento.