Affitti brevi in condomini: cambia la destinazione d'uso della piscina? – Progettazione, consulenza, formazione nel settore delle piscine

Affitti brevi in condomini: cambia la destinazione d’uso della piscina?

Un po’ di chiarezza dalla Regione Lombardia

In un condominio in cui alcuni appartamenti vengono affittati, la piscina rimane una condominiale (B) o diventa una turistico-ricettiva (A2)? Con l’avvento delle piattaforme online per affittare gli appartamenti a breve termine, hanno iniziato a farsi sempre più strada i dubbi sulla corretta classificazione dell’eventuale piscina. Dubbi che, data la fumosità della normazione sull’argomento, non è facile fugare.

Ebbene, sembrerebbe che la Regione Lombardia abbia dato una risposta: le piscine rimangono di categoria B. Secondo la Legge n.27 /2015 della Regione Lombardia, infatti, gli affitti brevi vengono qualificati come “strutture ricettive non alberghiere”, con destinazione urbanistico-residenziale.

Vedi la risposta della Regione