Acqua dell'acquedotto per riempire le piscine pubbliche in Toscana – Progettazione costruzione e manutenzione piscine, legislazione, corsi e informazioni

Acqua dell’acquedotto per riempire le piscine pubbliche in Toscana

L’Autorità Idrica Toscana si pronuncia

All’art. 8, c. 2, DPGR n.29/R del 26 maggio 2008, la Regione Toscana sanciva l’impossibilità di riempire le piscine private con acqua dell’acquedotto, mentre veniva concesso il riempimento di piscine ad uso pubblico, previo accordo con il “gestore del servizio idrico”. Ciò prevedeva, quindi, l’attivazione di una utenza dedicata per il riempimento della piscina. Da alcuni controlli effettuati è emerso un alto tasso di illeciti e, di conseguenza, la necessità di normare nuovamente l’utilizzo dell’acqua potabile per il riempimento delle piscine pubbliche.

Le nuove linee guida dell’Autorità Idrica Toscana prevedono che il Gestore del servizio idrico pubblichi sul proprio sito internet un modulo, che i titolari delle utenze dovranno compilare entro il 15 Aprile di ogni anno. Il Gestore potrà o meno concedere l’autorizzazione, ma la risposta dovrà arrivare entro il 15 maggio.  I gestori dovranno, poi, mandare un elenco completo delle autorizzazioni concesse ad AIT entro il 31 maggio.

Leggi QUI per la situazione del 2019 e QUI per il Decreto completo.