Protocolli per la riapertura delle piscine pubbliche – Progettazione costruzione e manutenzione piscine, legislazione, corsi e informazioni

Protocolli per la riapertura delle piscine pubbliche

Molte le proposte presentate, ma ancora nessuna indicazione definitiva dal Governo

Sono sempre di più le indiscrezioni che danno per quasi certa la possibilità di riaprire le piscine pubbliche, oltre alle palestre, dal prossimo 18 maggio, ma non c’è ancora certezza su quali saranno le condizioni per farlo in sicurezza.

Sono stati pubblicati diversi protocolli, che riepiloghiamo, ma va chiarito che l’ultima parola spetta al Governo, che dovrà indicare (e ad oggi non lo ha fatto) quali dovranno essere le operazioni e le precauzioni da mettere in atto per la riapertura.

Il 27 aprile la federazione Italiana Nuoto ha pubblicato il documento “EMERGENZA COVID-19. MISURE DI SICUREZZA DA ADOTTARE NEGLI IMPIANTI SPORTIVI DOTATI DI PISCINA E PALESTRA PER LA FASE 2″.

Contemporaneamente, il Ministero dello Sport attraverso l’Ufficio Sport ha pubblicato il rapporto “Lo-sport-riparte-in-sicurezza-26042020“, piuttosto diverso nei contenuti.

Il 6 maggio è stato aggiornato il protocollo FIN, che ora tiene conto del documento dell’Ufficio Sport.

Ma quale sarà quello applicabile alla data della riapertura delle piscine? E sarà lo stesso per tutte le piscine, da quelle condominali a quelle pubbliche, passando per quelle turistico-ricettive?

Non è dato saperlo.