Fotovoltaico, agevolazioni ridotte del 18% nel 2011 – Progettazione, consulenza, formazione nel settore delle piscine

Fotovoltaico, agevolazioni ridotte del 18% nel 2011

 

 

 

Il contributo per l’attivazione di pannelli fotovoltaici sarà ridotto nel prossimo anno del 6% ogni quattro mesi, fino ad arrivare allo scadere dell’anno ad una diminuzione del 18%. Il conto energia sarà stabile per gli anni 2012 e 2013 ma subirà nuovamente un cambiamento nel 2014, praticamente ogni tre anni subirà delle modifiche.

Queste le anticipazioni del sottosegretario allo Sviluppo Economico, dichiarate il 24 giugno alla presentazione del nuovo sito web del Gestore di servizi elettrici nel nostro Paese, il portale web Corrente, il mondo italiano dell’energia.

Stefano Saglia ha annunciato di voler stracciare l’articolo 45 della manovra finanziaria, il DL 78/2010,  recante misure urgenti sulla competitività economica e finanziaria che stabilisce come il Gestore dei servizi energetici (Gse) non sarà più obbligato ad acquistare i certificati verdi invenduti in eccesso negli obblighi d’acquisto. Agendo in questo modo il Gse garantiva un prezzo minimo che ricadeva non sui costi pubblici, ma sui consumatori in modo quasi impercettibile sulla bolletta.

“Ma in questo modo la manovra azzoppa il mercato” ribadisce Scaglia, e come già è stato evidenziato dalla Green Economy. Il sottosegretario allo Sviluppo Economico, in accordo con il ministro delle Politiche europee Andrea Ronchi, vuole dunque stralciare l’articolo 45 della manovra o quanto meno reinserire il provvedimento stabilito dalla direttiva dell’Unione europea. Il Gse nel frattempo ha acquisito la maggioranza dell’Erse S.p.A., il gruppo ENEA di Ricerca sul Sistema Elettrico, per portare avanti le sue ricerche nel campo delle energie.

Gli enti gestori di energie da fonti rinnovabili con l’apertura del portale Corrente stanno lanciando un segnale forte verso l’uso di energia pulita, perchè come spiega Emilio Cremona, presidente del Gse “Con investimenti adeguati e con uno sfruttamento medio delle opportunità nel comparto delle fonti rinnovabili l’Italia potrebbe essere un paese leader dal punto di vista tecnologico, esportando alcuni dei sistemi di produzione del settore delle rinnovabili. Corrente vuole aiutare il comparto perché il paese possa assumere un ruolo di primo piano in un settore importante in notevole espansione, con ritorni di assoluto rilievo per fatturato e occupazione”.

 

 

leggi l’articolo in versione originale alla pagina http://www.infobuildenergia.it/notizia.php?id=1323