Allegato 1 e Tabella A, cosa cambia – Progettazione costruzione e manutenzione piscine, legislazione, corsi e informazioni

Allegato 1 e Tabella A, cosa cambia

 

Il Ministero della Salute ha avviato una consultazione pubblica, per sostituire l’allegato 1 dell’Accordo  sugli aspetti igienico-sanitari per la costruzione, la manutenzione e la vigilanza delle piscine a uso natatorio (GU n.51 del 3-3-2003) tecnico del 2003, alla quale tutti possono partecipare rispondendo ad un questionario. La consultazione sarà aperta per 30 giorni, dal 1 al 30 giugno 2016.

Per partecipare alla consultazione è necessario leggere la proposta di revisione:

e partecipare alla consultazione:

Inserendo i dati anagrafici ed indirizzo e-mail.

 

Per comodità di lettura è stato approntato un documento che riporta affiancati i due testi con evidenziati le parti eliminate (rosse) e le parti inserite (gialle). Scaricalo QUI.

Ad una prima analisi  si evidenzia che :

  • sono stati separati i paragrafi esplicativi relativi all’acqua di immissione e all’acqua di vasca ;
  • per le sostanze da utilizzare per il trattamento è stato fatto riferimento alla normativa biocidi inserendo l’impiego dell’ipoclorito prodotto in situ e del bromo per le vasche (escluso A1 e C) fino a 150 mc di volume e non superiori a 10 bagnanti/ora. Sono stati inseriti alcuni prodotti tra i flocculanti e i riduttori di pH;
  • il paragrafo relativo ai punti di prelievo è stato ampliato richiamando esplicitamente il Piano di Autocontrollo;
  • nei requisiti termoigrometrici è stata modificata la velocità e il volume di ricambio dell’aria
  • il paragrafo dei requisiti acustici è stato dettagliato
  • le tabella (A) dell’acqua d’immissione e dell’acqua di vasca è stata divisa in 2 tabelle
  • per l’acqua d’immissione è stato abbassato il limite di torbidità, è stato alzato il valore di nitrati, è stata inserita la conducibilità elettrica, sono stati eliminati i solidi sospesi , il colore e i requisiti microbiologici. Sono stati inseriti valori di cloro per l’uso del cloro stabilizzato, del cloro -bromo e del cloro raggi UV. Non è indicato il valore del cloro combinato per il cloro stabilizzato (?) ed è indicato un limite ridotto del cloro (acido?)
  • per l’acqua di vasca sono riportati valori di pH per l’uso del cloro stabilizzato, del cloro Ozono, del cloro -bromo e del cloro raggi UV. È stato ridotto il valore della torbidità. Sono stati introdotto i solidi grossolani, la conducibilità e i trialometani. Sono stati inseriti valori di cloro diversi per l’uso del cloro stabilizzato, del cloro -bromo. Non è indicato il valore del cloro combinato per il cloro stabilizzato (?) ed è indicato un limite ridotto del acido isocianurico rapportato al cloro libero. Nei requisiti batteriologici è stata eliminata la conta a 22°C ed il limite dello Staphylococcus aureus è stato alzato da ≤1 a ≤10 ufc/100 ml

 

Si lasciano ai lettori i commenti da inviare al Ministero con la consultazione di cui sopra.

 

 

 

 

Allegato1_tabella_A.pdf