Ah, gli uomini…!

Tipico quarantenne, dopo un periodaccio al lavoro, decide di andarsi a fare una vacanza. Prenota una crociera e procede a divertirsi fino a che a un certo punto la nave affonda.
Si ritrova su un isola deserta, senza viveri, senza niente solo con banane e noci di cocco.
Dopo circa 5 mesi, mentre stava sdraiato in spiaggia vede una donna bellissima arrivare in una barca a remi. Incredulo gli va incontro e le chiede:
– Da dove vieni? Come sei arrivata qui?
Lei candidamente risponde:
– Ho remato dall’altra parte dell’isola, dove sono naufragata quando la mia nave è affondata.
– Incredibile! Sei stata fortunata che una barca sia stata trascinata a riva insieme a te…
– Cosa, questa? No, l’ho fatta io con materiale grezzo che ho trovato sull’isola. I remi li ho ricavati da una pianta di bamboo, il fondo l’ho fatto con rami di palme e i lati con l’albero di eucalipto.
– Ma gli attrezzi dove li hai presi?
– Oh quello non è stato un problema. A sud dell’isola c’è uno strato di roccia insolito e ho scoperto che se lo sottoponevo a una certa temperatura nella mia fornace si scioglieva in un metallo duttile e ho usato quello per fare gli arnesi…
Il tipo rimane sbalordito.
– Dai andiamo nel posto dove sto io… – gli dice lei.
Dopo una bella remata arrivano in una piccola baia. Il tipo quasi cade dalla barca quando vede davanti a se un sentiero di pietra che conduce ad una abitazione di colore bianco e con le finestre e la porta azzurra.
Mentre la donna lega la barca con delle funi fatte di fibre vegetali il tipo non pu